Allerta Meteo

Sito di riferimento della regione liguria per le allerte

0
0
0
s2sdefault

Sito allerta liguria

 

 

 

Nuova tabella colori dell'allerta meteo

0
0
0
s2sdefault

tabella allerta

Approvato il nuovo sistema di allerta a colori

0
0
0
s2sdefault

Dal 15 ottobre è entrato in vigore il "semaforo" con l'allerta gialla, arancione e rossa, che sostituirà le storiche allerte 1 e 2

Approvato il nuovo sistema di allerta meteo
 

Dai numeri ai colori: la Regione Liguria cambia il sistema di allertamento in caso di emergenza meteo. La Giunta ha approvato il "semaforo" giallo-arancione-rosso che sostituirà dal 15 ottobre i tradizionali "1" e "2", adeguando così la Regione alle indicazioni della Protezione Civile nazionale e soprattutto semplificando ai cittadini la comprensione dei vari livelli di pericolosità.

Secondo quanto previsto verranno adeguate le procedure operative e le linee guida per la pianificazione di emergenza comunali e provinciali.

Il nuovo sistema prevede anche un’allerta in più per temporali forti che possono essere segnalati con colori giallo o arancio in ordine crescente di intensità. «Con questo nuovo sistema la Regione Liguria si è uniformata alle direttive europee, allineandosi alle regioni limitrofe. Le nuove procedure non aumenteranno le responsabilità per i sindaci, in quanto sono già le massime autorità in tema di sicurezza pubblica», ha spiegato Giacomo Giampedrone, assessore regionale alla protezione civile.

Non aumentano le responsabilità ma aumenta la discrezionalità dei sindaci, che potranno decidere (in base ai piani di protezione civile che i comuni approveranno) se chiudere una strada, una scuola o se adottare altre misure preventive. «Cambia la flessibilità - commenta il Presidente Giovanni Toti - oggi sull'allerta 2 si paralizza la regione, domani con l'allerta arancio ogni sindaco potrà valutare». «La regione - aggiunge Giampedrone -  può solo dare il quadro di riferimento, che è un adeguamento a un sistema di allertamento che è ormai riconosciuto a livello internazionale, ma tutti i sindaci hanno un ruolo molto delicato perché i loro piani sono quelli che poi si traducono in indicazioni concrete ai cittadini. La Regione sarà comunque a fianco di tutti i sindaci per consentire loro di passare al meglio  alle allerte colori».

Il cambiamento ha anche lo scopo di dare un significato diverso all'allerta meteo. Il nuovo sistema non va comparato direttamente con il vecchio: l'allerta 1 e 2 non corrispondono a un colore, e non soltanto perché nei colori c'è un grado in più. «Allerta non è sinonimo di qualcosa che deve per forza succedere - spiega Giampedrone  - significa soltanto attivare le giuste cautele in condizioni determinate. Guardiamo all'ultima emergenza in Costa Azzurra: era un grado arancio per forti temporali che ha messo amministratori e cittadini in grado di attivare le contromisure praticabili. Dobbiamo sempre tenere presente, inoltre, che non è facile prevedere il "disastro" con i fenomeni che si stanno verificando negli ultimi anni di breve durata e di grande intensità».

Fino al 15 ottobre resterà in vigore il "vecchio" sistema di allertamento, quello basato sui numeri: «Se dunque domattina, per ipotesi, dovessimo avere un'allerta meteo, sarà ancora un'allerta 1 o 2. Il passaggio verrà supportato da un'adeguata campagna di comunicazione che partirà il 12 per raggiungere tutti i cittadini».

Fonte: Regione Liguria